forum A Trieste ... Forum Index forum A Trieste ...
un logo de la mente, no solo una cita`
 
 FAQFAQ   SearchSearch   MemberlistMemberlist   UsergroupsUsergroups   RegisterRegister 
 ProfileProfile   Log in to check your private messagesLog in to check your private messages   Log inLog in 
forum A Trieste ... Forum Index

Brasile
Goto page Previous  1, 2
 
Post new topic   Reply to topic    forum A Trieste ... Forum Index -> Triestini nel mondo
View previous topic :: View next topic  
Author Message
Golfoblu
ixolan


Joined: 01 Apr 2006
Posts: 303
Location: Tropico di Capricorno

PostPosted: Thu Jun 19, 2008 6:36 pm    Post subject: Bagolando pel mondo Reply with quote

La voracità de un "governo"

Uno dei più grandi statisti dela storia, Augusto ga regnado per pròsperi e tranquilli 41 anni. Xe stado el primo e l’unico Imperator roman considerado um dio dai sui compatrioti, ancora in vita. Morto pacificamente a 76 anni, nel 14 D.C. le sue ultime parole xe stade: “Go fato tuto in ordine?”
Tute le imposte o tasse dovude al’Imperator durante l’anno, rivava a esser pagade con el corispondente a soli due giorni de lavor.

Nela storia se trova un’altra figura, questa de triste memoria, e che in niente ghe somiglia al nostro celebre Augusto.
Giacomo II d’Inghilterra, per i “puristi” James II, xe restà solo 3 anni sul trono, dal 1685 al 1688, dopo di che, deposto e mandado in esilio in seguito al movimento conosudo come “Gloriosa Rivoluzione”, che ga messo fine alla monarchia assolutista e al poder del re de crear imposte senza el consentimento del parlamento. A diferenza del popolo roman al tempo de Augusto, i suditi inglesi doveva lavora fin 8 mesi l’anno per pagar le tasse al re.

Nei nostri giorni, trovemo nel “paese dei balocchi” conosudo con el nome de Brasile, qualcossa che somiglia al’Inghilterra de Giacomo II. El Brasile xe una republica, una democrazia polìtica, ma el suo popolo, quel che paga le imposte ga dei obblighi non semplici nei confonti del “ Re Tassa”, per el qual i devi lavorar 5 mesi al’anno ricevendo poco in contrapartita.

La scorsa setimana, la Camera dei Deputati, con l’auspicio ( legi $$$$ ) del sior Lula (quinta elementare) da Silva, ga aprovado un’ennesima tassa, la CSS sigla per Contribuição Social para a Saúde ( Contribuzione Sociale per la Sanità). Se aprovada in Senato, la CSS nel valor de 0,1% su tuti i movimenti bancari ( asegni, trasferenze ecc.) porterà al governo un introito de circa 11 miliardi de Reais ( al cambio de ogi 4.400.000.000 - quatro miliardi e quatrocento milioni de Euro ). Ancora una volta el popolo spera che el Senato lo difendi dal vorace e insaziabile apetito de un governo che de popolare ga solo l’etichetta dela vetrina. Nei primi 4 mesi del 2008, el governo del sior Lula ( quinta elementare ) da Silva, ga incassà 223,2 miliardi de Reais, pari a 89,28 miliardi de Euro, un aumento de 12,5% rispeto al stesso periodo del’anno scorso. Alla fine del’atual periodo (2008) el governo prevedi un incremento de 30 miliardi de Reais (12 miliardi de Euro) rispeto al 2007. Dunque, per aministrar e magnar ben, bsta solo crear imposte, oviamente zercando nele tasche dela popolazion. El “Re Tassa” brasilian ghe somiglia bastanza a Giacomo II, de Augusto par che no ghe sia nianca ombra.


_________________
La mia Patria è l'Italia

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò accanitamente il tuo diritto di dirlo.......
Back to top
View user's profile Send private message
babatriestina
Cavalier del Forum


Joined: 25 Dec 2005
Posts: 13812
Location: Trieste

PostPosted: Thu Jun 19, 2008 10:52 pm    Post subject: Re: Bagolando pel mondo Reply with quote

Golfoblu wrote:
La voracità de un "governo"

Uno dei più grandi statisti dela storia, Augusto ga regnado per pròsperi e tranquilli 41 anni. Xe stado el primo e l’unico Imperator roman considerado um dio dai sui compatrioti, ancora in vita.

Giacomo II d’Inghilterra, per i “puristi” James II, xe restà solo 3 anni sul trono, dal 1685 al 1688, dopo di che, deposto e mandado in esilio in seguito al movimento conosudo come “Gloriosa Rivoluzione”, che ga messo fine alla monarchia assolutista e al poder del re de crear imposte senza el consentimento del parlamento.
Mi de cossa che nassi adesso in Brasil no so e no posso giudicar, ma i do esempi che te ga portado contien dele eccessive semplificazioni e anche scorrettezze, se te permetti:
1 Augusto: per regnar tranquillo, Augusto xe vegnudo fora de una guerra civil con tali orrori che la gente ga accettado la fin dela repubblica ( che iera po anche corrotta) pur de aver la pase. E Augusto noi primi anni, fra el 44 e el 31 a C, ga fatto la sua bella parte nelle guerre civili. tanto per dir una, el ga vendudo la vita de Cicerone, che lo gaveva protetto, a Antonio che lo ga fatto far fora cole proscrizioni. te sparagno la morte de tanta gente, Cesarione presunto fio de Cesar, tanto per dir el primo c he me vien in mente, Antillo fio de Marcantonio, tanto per dir che el fazeva copar anche i fioi dei sui avversari..
Per la deificazion, el primo a esser deificado de morto xe stado Cesare e Augusto ga ciolto la qualifica de fio del divino Cesare e solo dopo lel titolo de Princeps e de Augustus , per l'esser considerado un dio dei compatrioti ( termine che mi evitassi, perchè ormai i iera sudditi e basta), va distinto oriente e occidente: in oriente i iera abituai de Alessandro e i Diadochi a atribuirghe onori regali e divini al re, a occidente Augusto no ga osado. Solo dopo, de Caligola in poi, i ga cominciado a farse passar per divinità, soprattutto co i iera matti come Caligola, o Eliogabalo... un tanto per la storia romana.
2 Per Giacomo II o ( o James come che preferì Wink ) la monarchia inglese za dei tempi dela Magna Charta in poi no iera mai del tuto assoluta, i Tudor xe arivai a imporse sul Parlamento, ma finidi loro i Stuart col Parlamento ga dovudo sempre lottar, principalmente perchè iera el Parlamento che ghe molava i bori, concedendoghe de ricavar le tasse. Ma James II ga perso el trono anche per un altro motivo: i Stuart de origine iera cattolici ( Maria Stuarda), el fio Giacomo I se ga fatto anglican per becar l'eredità de Elisabetta I, Carlo I iera anglican ma gaveva la moglie cattolica ( Enrichetta iera la fia de Enrico IV de Francia, che dopo 5 conversioni ga concluso che Parigi valeva una messa e ga concluso la vita de cattolico) e comunque a Carlo I el Parlamento ghe ga fato un processo e ghe ga taiado la testa, po dopo el periodo de Cromwell i ga ripreso Carlo II anglican, e sto Giacomo II iera suo fradel e ga ereditado el trono, el iera cattolico e nol se sognava de cambiar religion, le fie de primo letto Mary e Anna ( che tute do regnerà dopo) iera anglicane, ma... el se ga risposado con una de Modena ( Este, se no sbaglio) che ghe ga dado un fio mascio cattolico. A sto punto, e za che el voleva comandar un poco troppo, come suo cugin Luigi XIV el Re Sole, i lo ga parado fora...
come te vedi, no iera semplicemente question de tasse.

Se te vol tirara fora le tasse, te devi andar ala Rivoluzion americana: No taxation without representation iera el motto dela rivolta

Dimenticavo, anche a Roma el sistema dele tasse no iera assolutamente comparabile col nostro: i fazeva guerra de conquista e i se portava a casa schiavi che fazeva i lavori pesanti e no pagai, el popolin no pagava tasse, anzi riceveva gratis farina e feste, panem et circenses e cussì i stava boni. Ogni tanto qualche imperator fazeva condannar qualche senator e ghe confiscava tuti i beni..
( come che Enrico VIII Tudor ga rimpolpado le case del Stato, che se stava svodando cole sue spese, con la dissoluzion dei monasteri e l'incamerazion nel Tesoro dei loro beni)
(son apena reduce de un libro de Santo Mazzarino sul impero roman..)

_________________
La mia patria è l'Europa

"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella- cosa dirà la gente)
Back to top
View user's profile Send private message
Elisa
distinto


Joined: 10 Feb 2008
Posts: 1205
Location: Argentina

PostPosted: Sat Jun 21, 2008 10:54 pm    Post subject: Re: Argentina Reply with quote

Golfoblu wrote:
Coce wrote:
Fabio, quasiasi roba attuale, e scenica sul'Argentina de oggi saria benvenuda. Ciao Coce :-)


Coce,
permetime l'intervento, ma se scriverò qualcossa sarà sul Brasil

Tanto per dirte una, tra brasiliani e argentini no cori bon sangue, Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes


Sono italiana e da mezzo secolo vivo in Argentina dove tra i Paesi vicini nostri si trova il Brasile.
Posso dire ai quattro venti del buon rapporto tra cittadini brasiliani e argentini.
1. I brasiliani arrivano in Argentina in massa come turisti e non cessano di meravigliarsi di quanto trovano: principalmente l`ottima accoglienza, poi le bellezze geografiche specialmente del Sud, ecc.ecc.
2. Gli argentini vanno in massa in Brasile e pure loro trovano ottima accoglienza, spiagge favolose, ottimo clima in tempo di vacanze ecc.ecc.
3. In Argentina non c`è motivo di “discriminazione” verso i brasiliani perchè nemmeno vengono a rimanere per motivi di lavoro. (Cosa diversa invece succede purtroppo con altri fratelli limitrofi del Perù e della Bolivia per esempio che qui si inseriscono nel lavoro, ai quali anche se in casi contati per fortuna, si arriva a dimostrare fastidio).
4. Non esistoni testimoni di dimostrazione di intolleranza razziale né di chiusura tra argentini e brasliani.
5. Umanamente, assume molta importanza il poter descrivere questa favorevole situazione.

In contrappunto con quanto io descrivo, si evidenzia un parere diverso.
E` interessante, perciò, venire a conoscenza dei motivi che supportano quanto è stato esposto dal forumista mediante quella frase nuda e brulla……riportata sopra
Poi mi scuso della mia ignoranza: chiedo per gentilezza di poter sapere l`origine, il perchè e il come....chiamano il Brasile "Il paese dei balocchi".

_________________
"Todo lo bueno me ha sido dado"
Back to top
View user's profile Send private message
Elisa
distinto


Joined: 10 Feb 2008
Posts: 1205
Location: Argentina

PostPosted: Sat Oct 03, 2009 10:37 pm    Post subject: Reply with quote

-Il 35mo. presidente brasiliano, Lula, -Luiz Inácio Lula da Silva-
ha messo il peso di leadership per concretare una delle sue grandi ambizioni!

-A Copenhagen il comitato olimpico internazionale sceglie finalmente
l'America Latina, in particolar modo il Brasile.

-E’ l’ ora del Brasile!

-La città brasiliana di Río de Janeiro sarà sede delle Olimpiadi 2016, le prime in Sudamerica.

-E` la candidatura di tutta l'America del Sud, di un continente di 400 milioni di abitanti che non ha mai avuto le Olimpiadi.

-Per il Sudamerica è un momento magico….un momento eccezionale!


AUGURI!

_________________
"Todo lo bueno me ha sido dado"
Back to top
View user's profile Send private message
tucci
naufrago


Joined: 05 Oct 2009
Posts: 28
Location: Melara

PostPosted: Fri Dec 11, 2009 11:44 am    Post subject: Curiosità a Curitiba Reply with quote

dovessi esser tra i più veci del Paranà

ciao

Fundado em 08.06.1937
Cores: branco, azul, vermelho
Presidente: Jaziel Baioni
Endereço do Clube: Rua Prof. Francisco Zardo, 790
Fone: 3272-0290
Estádio Francisco Muraro
Capacidade: 3000
Cidade: Curitiba

Títulos
Campeão Divisão Principal
1964-64/1968-69/1972/1975-76/1984-85-86/2006

Campeão Taça Paraná 11 Vezes






http://www.federacaopr.com.br/?system=times&action=view&id=49



ts.jpeg
 Description:
 Filesize:  5.2 KB
 Viewed:  10136 Time(s)

ts.jpeg


Back to top
View user's profile Send private message
Golfoblu
ixolan


Joined: 01 Apr 2006
Posts: 303
Location: Tropico di Capricorno

PostPosted: Tue Feb 23, 2010 3:13 pm    Post subject: Reply with quote

Istituito dal Governo Federale, il 21 febbraio si commemora il " Giorno Nazionale dell'Immigrante Italiano "

La data è stata scelta in ricordo dell'arrivo dei primi immigranti italiani in Brasile. In quel giorno, nel lontano 1874, la nave Sofia approdava a Vitoria, stato dello Spirito Santo.

_________________
La mia Patria è l'Italia

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò accanitamente il tuo diritto di dirlo.......
Back to top
View user's profile Send private message
Elisa
distinto


Joined: 10 Feb 2008
Posts: 1205
Location: Argentina

PostPosted: Tue Mar 09, 2010 9:49 pm    Post subject: Reply with quote

L' Italia in Brasile...musica

soltanto per romantiche e romantici con tanta voglia di ricordare canzoni senza età, faccio presente questo piacevole canzoniere italiano che ho trovato per caso, frutto di un autore romantico certamente, ed anche appassionato e generoso cultore che si firma "Pino, un italiano in Brasil".
Emigrante nostalgico, che in lontananza ha creato quest' opera con il titolo L' Italia in Brasile e vi ha anteposto un simpatico preambolo...

Tra tante canzoni 'eterne' è presente

La Paloma
( Canta: Connie Francis )



Arrivederci
( Canta: Umberto Bindi )


http://italiasempre.com/verita/mp31.htm

_________________
"Todo lo bueno me ha sido dado"
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    forum A Trieste ... Forum Index -> Triestini nel mondo All times are GMT + 2 Hours
Goto page Previous  1, 2
Page 2 of 2

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum
You cannot attach files in this forum
You can download files in this forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group